WEEKEND Sulle Orme dei Osci


Sulle Orme degli Osci


DATA:  dal 14 al 15 novembre
LOCALITA': Basilicata

PROGRAMMA DI VIAGGIO

    14/11 Partenza-BASILICATA
    Partenza in bus GT per la Basilicata. Visita di Irsina, inserita nel circuito dei “Borghi più belli d’Italia” che si erge sul paesaggio dorato delle colline di grano della Valle del Bradano, nota per la statua di Sant’Eufemia di Irsina, unica scultura al mondo attribuita ad Andrea Mantegna. Sosta per il pranzo in ristorante, proseguimento Genzano di Lucania (Lénzane in dialetto locale) posta a confine tra la Basilicata e la Puglia. Visiteremo il castello di Monteserico con le sue grotte preistoriche, un tempo abitate da monaci basiliani e resti di un convento, la Fontana Cavallina – tra le 33 più belle d’Italia - ed il Palazzo De Marinis, forse di origine angioina, ma rifatto e arricchito da diversi feudatari residenza estiva dei marchesi De Marinis. Proseguimento per l’hotel, cena e pernottamento.

    15/11 BASILICATA-Rientro
    Partenza per per Gravina in Puglia luogo di nascita di Papa Benedetto XIII, conosciuta soprattutto per le sue numerose chiese scavate nella roccia e per essere sede del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Visiteremo il suo castello, la Chiesa rupestre di San Michele delle Grotte e la chiesa di San Basilio Magno. Tempo libero e trasferimento in ristorante per il pranzo a base di gustosi piatti tipici e partenza per il rientro nei luoghi d’origine, arrivo in serata.

    QUOTA INDIVIDUALE:  euro 170
    LA QUOTA INCLUDE:  Viaggio in bus GT – sistemazione in hotel cat. 3***sup. – trattamento ed escursioni come da programma – assicurazione – mance - accompagnatore
    LA QUOTA NON INCLUDE:  Ingresso nei luoghi a pagamento - eventuale tassa di soggiorno - tutto quanto non specificamente indicato ne “La quota Include”

CONDIVIDI QUESTO EVENTO: 




ITINERARIO DI VIAGGIO


ANTEPRIMA TOUR

IRSINA, GENZANO DI LUCANIA, GRAVINA




Gli Osci, detti anche Oschi, furono una popolazione di lingua indoeuropea di ceppo sannitico della Campania, la cui caratterizzazione del popolo è soprattutto di tipo linguistico, Osci erano infatti i popoli parlanti la lingua osca. Conosciamo una delle loro principali regioni di appartenenza con borghi dal fascino suggestivo dove il tempo sembra essersi fermato, Castelli, panorami ed una cucina assai gustosa e genuina.

STAMPA QUESTA OFFERTA